ORIETTABERTI
Tutti i diritti riservati © Settembre 2005

Benvenuti nel mio sito ufficiale

Che cos’è la musica per me

“La musica ed il canto sono per me un’abitudine della vita. Esprimo me stessa attraverso il canto che, insieme alla musica, permette di unirmi al pubblico nella condivisione di un’emozione, una grande emozione che ne racchiude molte altre. E’ un connubio tra parola e nota, una chimica che si crea e inizia a danzare nella melodia, in modo tale da creare questa magia che si trasforma in emozione e che coinvolge l’interprete in tutto se stesso, per poi trasmettersi agli altri come un vento caldo. Un bravo interprete è colui che incondizionatamente si emoziona nell’interpretare un brano, lui per primo, e di conseguenza trasmette tale energia al pubblico che gli sta di fronte. La musica può diventare un mestiere, ma è qualcosa che ha delle componenti variabili, artistiche, incontrollabili ed innate, che fanno parte del proprio essere, del proprio carattere e del proprio vissuto”.
Scopriamo insieme, aneddoti e curiosità della vita di Orietta, raccontati dalla stessa con garbo e simpatia in “RECUERDOS”. I documentari RECUERDOS (prodotti dalla GAPP MUSIC), sono disponibili sul canale YOU TUBE di Orietta, con i sottotitoli in inglese e spagnolo.
La ex cantante degli Ustmamò racconta che la sua band usava riproporre "Finché la barca va" (ribatttezzata “Finkela barkava”) già negli anni ’90, fino a pubblicarla nel 1992 nell’album “Maciste contro tutti”. Ad ottobre dello scorso anno, la Redeghieri ha contattato Orietta Berti perchè questo brano sembra una ballata per bambini grandi e penso che il timbro di lei e le sua presenza approfondiscano una sfera onirica, sognante, legata a leggende e favole di lupi cattivi " Mara : “Credo che le radici della melodia e della canzone italiana si stiano affievolendo. Mi mancano come l'aria.... La musica italiana, la scrittura di testi significanti e commoventi, emozionanti, ben musicati, diretti e innocenti si perde nei ricordi d'infanzia, lontana come le grandi purificanti nevicate di dicembre. Da brava ossequiosa colonia USA, da sfegatata fan rock UK, io mi risveglio orfana di guerra. Voglio ribadisco, sottoscrivo il congiuntivo che io fossi, che tu fossi che noi fossimo una volta felici di ciò che succede a casa nostra, che non lo sottovalutassimo. Ammettiamo che Mina e Mogol valgano un sogno Americano. Orietta la trovo dietro casa, legata come un tronco alle radici. Abita a 30 Km da casa mia, come Giovanni Ferretti, ed il suo perfetto contrario. Garantisce i canoni della tradizione, verdiana, popolare, diretta, dice quello che pensa semplicemente. Orietta Berti è un pezzo della mia terra, una stagione politica sana di un'Emilia ancora semplice e diretta. Lei è tutto quello che io non sono, ha la tecnica del bel canto, è una voce che vorrei avere, una delle grandi interpreti, invulnerabile. E’ una presenza che assicura semplicità e franchezza. E’ meglio di come sono abituata ad immaginarla: dolcissima, sicura, imperturbabile, sincera. La stimo molto e mi piacerebbe che ascoltasse le mie canzoni e se ne incapricciasse un poco ”. Orietta : Prima di questo duetto non avevo mai incontrato Mara personalmente, Ho scoperto una brava cantante, una brava autrice e una collega con un suo mondo musicale molto interessante da raccontare: chiaro, sagace ed immediato. Mara parla dei tempi che stiamo vivendo. Tempi duri, tempi cupi. E lo fa con uno sguardo attento e mai banale, avvolgendoti con ironia e senso della realtà. Sul piano umano è una creatura speciale. È emiliana come me, quindi legata alle tradizioni, con radici salde. Mi è sembrato come se ci conoscessimo da sempre. Mara è un simpatico folletto, capace di stupirti ogni volta. È stata una bella esperienza ma anche una piacevole sorpresa perché con questa collaborazione oggi ho un’amica in più ”.
CUPAMENTE Il nuovo singolo di Mara Redeghieri con Orietta Berti

IO POTREI

Care amiche e cari amici, ecco a Voi il mio NUOVO VIDEOCLIP “IO POTREI” Grazie agli @sugarkane_studios , al maestro @enzocampagnolienzo e alla sua MusicAnima Symphony Orchestra, e a tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto. E un grazie al pubblico per l'affetto, la stima e il supporto che sempre mi ha dimostrato con affetto Orietta Berti
Campagna di prevenzione ESTEE LAUDER COMPANIES e AIRC "Ci sono battaglie che vanno combattute costantemente per aiutare la ricerca, per sensibilizzare alla prevenzione e per rendere curabile al 100% una patologia come il tumore al seno. Sosteniamo la campagna #timetoendbreastcancer anche oltre il mese di ottobre, tutto l'anno... perche non bisogna mai abbassare la guardia”. Un abbraccio a tutti Orietta Berti
«Io ti darò di più. Più precisione, più sicurezza, più velocità di cura» Care amiche e cari amici, sosteniamo la raccolta fondi per la Sala Ibrida, la sala operatoria del futuro. Vieni anche tu a far parte della nostra orchestra, basta una piccola donazione! Grazie e un caro saluto Orietta Berti
INFO E FOTO INFO E FOTO
Nel 2015, nonostante nuove prove e indizi che dimostravano la te- si dell'omicidio, la Procura di Imperia si è affrettata ad archiviare la richiesta di riapertura del caso Tenco depositata dagli autori di questo libro. C'erano documenti e prove fotografiche, c'erano i no- mi, c'erano le chiare incongruenze e l'enigma della pistola che sparò il colpo. Ricostruendo un inedito quadro di trame e perso- naggi, da una tournée nel dicembre 1965 fino all'incontro con Da- lida avvenuto nell'estate del 1966, gli autori sono giunti alla con- clusione che la morte di Tenco fu dovuta a quanto il cantautore avrebbe potuto denunciare il giorno dopo l'eliminazione dal Festi- val di Sanremo. Oggi, a cinquant'anni dalla sua morte, quelle "ombre del silenzio" che avevano sepolto il caso sotto la parola "suicidio" continuano a tenere lontano dal grande pubblico una verità scomoda, sinistra, a impedire la riapertura di un caso i cui effetti produrrebbero squarci e conseguenze imprevedibili nel mondo della canzone e dello spettacolo italiani. Le ombre del si- lenzio è l'ultima grande controinchiesta sulla morte di Luigi Tenco, un libro contro i silenzi e i muri eretti per mezzo secolo da chi vor- rebbe "lasciare in pace i morti", lasciando invece integri solo i se- greti di un mondo che deve restare intoccabile. La prefazione di questa seconda edizione edita nel 2017, è affidata ad Orietta Berti
N. Guarneri e P. Ragone: “Le ombre del silenzio”
ACQUISTA IL LIBRO ACQUISTA IL LIBRO
Da sabato 19 gennaio 2019
ORIETTA BERTI a “ORA O MAI PIU’”
«Donare è un semplice gesto che fa bene a noi e agli altri» Care amiche e cari amici, la beneficenza non ha frontiere: è possibile fare la vostra donazione per le missioni dei frati francescani in aiuto ai poveri e bisognosi inviando un sms al 45515, oppure tramite versamento sulconto corrente “Francesco d’Assisi, un uomo un fratello”o tramite carta di credito. Per informazioni: www.conilcuore.info Un piccolo gesto può fare la differenza. Grazie e un caro saluto Orietta Berti
Mercoledì 30 gennaio 2019
Orietta Berti ospite di Al Bano